Nasce la “scorta mediatica” per Giulio Regeni

Portare avanti la campagna per conoscere i nomi dei responsabili del sequestro, delle torture e dell’uccisione di Giulio Regeni e quelli di chi ha depistato, protetto, nascosto la ricerca della verità. Informare sulle violazioni dei diritti umani in Egitto, sempre più estese e sempre più dirette contro le organizzazioni non governative e i giornalisti. Proteggere chi, in Italia e in Egitto, difende la famiglia Regeni. Ma proteggere anche Giulio da attacchi e offese alla sua dignità, alla sua storia, alla sua morale. Alla sua persona, insomma.

Questi gli obiettivi della “scorta mediatica” nata il 13 ottobre su iniziativa di Amnesty International Italia, Federazione Nazionale Stampa Italiana, Articolo 21 e UsigRai e presentata in conferenza stampa da Alessandra Ballerini (avvocata della famiglia Regeni), Giuseppe Giulietti (presidente della Fnsi) e Riccardo Noury (portavoce di Amnesty International Italia).

Numerose le prime adesioni alla “scorta mediatica”, alcune delle quali formalizzate proprio durante la conferenza stampa.
Ecco l’elenco completo, aggiornato alle 20 del 13 ottobre:

Federica Angeli, la Repubblica; Pietro Barabino, la Repubblica; Livia Baratta, L’Inkiesta, Daniele Biella, Vita; Andrea Billau, Radio Radicale; Carlo Bonini, la Repubblica; Giulia Bosetti, Rai; Laura Cappon, freelance; Valerio Cataldi, Rai; Annalisa Cangemi, Fanpage; Simone Ceriotti, Il Fatto Quotidiano; Ivan Compasso, freelance; Nicola Corda, AGL; Stefano Corradino, Articolo 21; Chiara Cruciati, il manifesto; Pierfrancesco Curzi, Il Fatto Quotidiano; Tommaso Di Francesco, il manifesto; Vittorio Di Trapani, segretario nazionale UsigRai; Fabio Fazio, Rai; Giulia Filpi, freelance; Giuliano Foschini, la Repubblica; Tommaso Fulfaro, Articolo 21; Maria Gianniti, Rai; Michele Giorgio, il manifesto; Giuseppe Giulietti, presidente della Federazione nazionale della stampa italiana; Riccardo Iacona, Rai; Dario Lo Scalzo, Pressenza; Paolo Matteo Maggioni, Rai; Andrea Palladino, Famiglia Cristiana, Giuseppe Manzo, Nel Paese; Brahim Maarad, L’Espresso; Matteo Macor, la Repubblica; Elisa Marincola, Articolo 21; Gianluca Martelliano, freelance; Eleonora Martini, il manifesto; Fabiana Martini, Articolo 21; Monica Mastroianni, freelance; Azzurra Meringolo, Rai; Antonella Napoli, Articolo 21; Roberto Natale, Rai; Eduardo Orlando, Canale 5; Francesca Paci, La Stampa; Nicola Pedrazzi, Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa; Paolo Piras, Rai; Anna Polo, Pressenza; Cecilia Porro, Rai ; Nancy Porsia, freelance; Antonella Rampino, freelance; Monica Ricci Sargentini, Corriere della Sera; Amedeo Ricucci, Rai; Nello Scavo, Avvenire; Ilaria Sesana, freelance; Ilaria Sotis, Rai; Valentina Tatti Tonni, Blasting News; Lara Tomasetta, The Post Internazionale; Claudio Valeri, Rai; Massimo Veneziani, Rai; Giorgio Zanchini, Rai

La “scorta mediatica per Giulio Regeni è sostenuta da Premio Roberto Morrione, festival Conversazioni sul futuro (Lecce), @GiulioSiamoNoi.

Per ulteriori adesioni è possibile inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando nome e cognome ed eventuale testata

Da Articolo21

©2018 Avv. Alessandra Ballerini - C.F. BLLLSN70S63D969O Via XX Settembre 29/11 16128 Genova - Tel. 010.5954200

Usiamo i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo