PROTEZIONE UMANITARIA A CITTADINO NIGERIANO: Si rinvengono profili di vulnerabilità soggettiva nella fuga da un Paese interessato da gravissime deprivazioni ed insicurezza socio-politica

Tribunale di Genova 20 luglio 2020

D’altra parte, la gravità delle condizioni familiari che hanno visto il ricorrente, improvvisamente orfano di entrambe i genitori, privo di legami familiari ed in giovane età, senza supporti e tutele da parte dello Stato e la situazione del Paese di origine insicuro e gravemente inadeguato, permette di ritenere sussistenti i presupposti per una protezione umanitaria.


Dalla narrazione del vissuto – l’improvvisa scomparsa dei genitori, l’essere figlio unico in giovane età senza una occupazione avendo appena terminato gli studi in totale assenza di supporto e protezione statale – e dalla disamina di quanto documentato – l’eccellente e serio impegno nel percorso di inserimento sociale e professionale nel nostro paese attestato dai responsabili del Cas presso il quale è accolto, dai responsabili dei corsi professionali svolti e dei tirocini - emergono elementi per ritenere sussistente in capo al ricorrente una situazione di vulnerabilità effettiva.

Scarica il provvedimento

©2021 Avv. Alessandra Ballerini - C.F. BLLLSN70S63D969O Via XX Settembre 29/11 16128 Genova - Tel. 010.5954200 |

Creazione Sito: Genova Informatica

Usiamo i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo