"Merita la protezione umanitaria il cittadino del Bangladesh che nel suo paese viveva in situazione di indigenza totale e si è ben inserito anche lavorativamente in Italia"

 

Tribunale di Genova, ord. 9 aprile 2018

"Ed invero emerge chiaramente dal suo racconto che se tornasse adesso al suo paese il ricorrente si ritroverebbe privo di qualsiasi sostegno economico e non potrebbe in alcun modo essere di aiuto alla sua famiglia che, a causa delle gravi avversità subite, vive in una situazione di povertà e indigenza totale.

Invece qui in Italia il richiedente, evidentemente in possesso di buone capacità lavorative e di inserimento sociale, ha imparato piuttosto bene la lingua italiana ed inoltre ha reperito ben due impieghi, sia pure a tempo determinato e parziale, che comunque ha dichiarato suscettibili di trasformarsi in impieghi e tempo indeterminato nel caso ottenga la protezione richiesta. Con il denaro che guadagna effettua rimesse che contribuiscono al mantenimento della famiglia in Bangladesh. Il richiedente inoltre è giunto in Italia poco più che maggiorenne ed anche grazie a ciò, oltre al fatto che non è analfabeta avendo frequentato per otto anni la scuola nel suo paese di origine, è stato iscritto alla scuola media inferiore serale, che sta frequentando da qualche mese, il che aumenta ancora le sue possibilità di inserimento sociale e lavorativo."

 

Scarica l'ordinanza

©2018 Avv. Alessandra Ballerini - C.F. BLLLSN70S63D969O Salita Salvatore Viale 5/2 16128 Genova - Tel. 010.5954200 - Fax 010.8697433

Usiamo i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo