Tribunale di Genova 13 marzo 2020

"Quanto ai motivi oggettivi, si rileva la situazione di significativa incertezza della regione della Casamance [seppur non tale, come già detto, da far ritenere sussistente un conflitto rilevante ai sensi dell’art. 14 lett. c) d.lgs. 251/2007].

Tribunale di Genova ordinanza del 13 marzo 2020

"La Commissione territoriale reputa il racconto del richiedente lacunoso, pieno di incongruenze e complessivamente poco credibile: dalla pretesa di conversione del fratellastro nei confronti degli altri fratelli, priva di logica e calata dal nulla in una relazione familiare fino a quel momento serena; alla ricchezza e le reazioni influenti del fratellastro, con un racconto stereotipato, alla stretta amicizia col capo della polizia locale, che inspiegabilmente però va a interrogare tutti a casa sua dopo il secondo omicidio, al tentativo di corrompere il medico del pronto soccorso, ignorando l'amicizia di questi con la madre.

Tribunale di Genova 21 febbraio 2020

A tali valutazioni devono aggiungersi le seguenti:

a) Attuale instabilità socio politica del Paese del richiedente
Grave è la situazione relativa alla violazione dei diritti fondamentali in Guinea Conakry. Nonostante il ritorno ad elezioni presidenziali nel 2010 dopo decenni di governi autoritari ed un colpo di Stato militare nel 2008, la situazione dei diritti politici e delle libertà civili in Guinea è infatti tutt’ora assai compromessa.

Tribunale di Genova 30 gennaio 2020

Ciò posto, il Collegio non concorda con le motivazioni del provvedimento impugnato e reputa il racconto del richiedente dettagliato, vivo, pienamente plausibile; egli spiega con coerenza l’origine ed i motivi del contrasto tra le due etnie e ne descrive con efficacia l’inimicizia;

©2020 Avv. Alessandra Ballerini - C.F. BLLLSN70S63D969O Via XX Settembre 29/11 16128 Genova - Tel. 010.5954200

Usiamo i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo