PROTEZIONE UMANITARIA A CITTADINO NIGERIANO: In caso di rimpatrio, il ricorrente si ritroverebbe in una situazione di specifica vulnerabilità, idonea a pregiudicare l'esercizio dei suoi diritti umani fondamentali.

Tribunale di Genova 30 novembre 2019

"Giusto tutto quanto sopra ed applicando tutti i principi sopra esposti al caso di specie, appare evidente che una volta rientrato nel suo Paese, il ricorrente si troverebbe in una situazione di specifica vulnerabilità (cfr. Cass. 3347/2015) idonea a pregiudicare la possibilità di esercitare i diritti umani fondamentali, in un contesto caratterizzato da forte violenza, come sopra visto ed ivi trovandosi senza lavoro, orfano dei genitori, privo di mezzi di sussistenza e nell'impossibilità di mantenersi.

Si sottolinea infine che il ricorrente ha dimostrato, nonostante le esperienze negative vissute, di essersi positivamente inserito nel nuovo contesto sociale: vive presso il ****** di cui vi è positiva relazione sociale in atti, ha frequentato i corsi di alfabetizzazione della lingua italiana conseguendo il livello A1 e A2 ed ha svolto attività di volontariato presso le Serre******"

Scarica il provvedimento

©2021 Avv. Alessandra Ballerini - C.F. BLLLSN70S63D969O Via XX Settembre 29/11 16128 Genova - Tel. 010.5954200 |

Creazione Sito: Genova Informatica

Usiamo i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo